Elisabetta Villaggio ha studiato Filosofia all'Università di Bologna e frequentato un Master in Cinema e televisione a Los Angeles all'Usc (University of South California). Ha lavorato in televisione come assistente alla regia, regista, autrice e consulente per programmi Rai, Mediaset, La7 e insegna alla Rufa (Rome University of Fine Arts). La sua produzione artistica annovera, tra le altre cose, un cortometraggio, Taxi, selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia, la direzione del film Luna e le altre, il documentario Paolo Villaggio: mi racconto e l'opera teatrale Marilyn, gli ultimi tre giorni. Ha già pubblicato un libro, dal titolo Marilyn: un intrigo dietro la morte con Bonanno Editore nell'ottobre 2012, da cui è stata tratta un'opera teatrale omonima; e scritto la mise en scène Io sono Virginia, rappresentata a maggio 2013.

Una vita bizzarra è un romanzo carico di emozioni. Si narrano gli eventi che scandiscono la vita di Rosa, uniti alle vicissitudini che coinvolgono la sua famiglia e Benedetta, la sua "migliore amica". Attraverso un viaggio a ritroso nel tempo, l'autrice tesse contemporaneamente due fili della narrazione come abile burattinaio: quello del ricordo - trasfigurato senz'altro - delle lotte giovanili degli anni '70, delle rivoluzioni, dell'impegno politico e della voglia di cambiare il mondo che le generazioni di quegli anni avevano fortemente creduto possibile; l'altro, quello di un rapporto d'amicizia - perso, poi sorprendentemente riallacciato dopo vent'anni - di due bambine, poi adulte.